Canterà il gallo

Canterà il gallo, di Rosanna Spinazzola, Flower Ed.

Gli anarchici sono uomini che non vivono nel distretto, disse la nonna. In nessun distretto.

Un futuro distopico, come va di moda dire oggi, quello raccontato da Rosanna Spinazzola nel suo romanzo d’esordio, Canterà il gallo, per i tipi delle Edizioni Flower Ed.

Un tempo che stiamo già vivendo e che potremo vivere, ovunque e per sempre

E non è detto che ci siano gli Anarchici a resistere

Non è proprio detto

Purtroppo

Se è vero come è vero che all’inizio della storia umana non v’erano gerarchie e autoritarismi e guerre e che si viveva nell’Anarchia, la fine della storia umana non può che tornare indietro in un giro circolare, uscendo dal capitalismo con l’ennesima e ultima crisi energetica che devasta il pianeta e consegna la società definitivamente in mano ai militari, di cui Il Comandante è la classica figura ben disegnata dell’uomo, cinico quanto basta per affascinarci e per odiarlo.

Non ti senti mai solo, qui?

Un fischio acuto, viene da lontano.

Lontano, si vedono fuochi, nascosti.

Ci si muove verso uno spazio di libertà

Scrivere un romanzo è come scalare una montagna e Rosanna ci è riuscita con metodo e pazienza, con una passione e una capacità di coinvolgere il lettore e la lettrice come si vede raramente

Una narrazione attenta quella di Rosanna Spinazzola, una narrazione precisa, raffinata.

Un libro che mancava proprio, a differenza di tanti di cui proprio non sentivamo il bisogno.

Ci lascia sognare un mondo ove la speranza è data da un gruppo di ribelli, gli anarchici

Ma lo spettro degli anarchici è solo un pretesto.

Forse…

Poiché Rosanna ci conduce passo passo, prendendoci letteralmente per mano in un universo meraviglioso dove il viaggio della protagonista è un viaggio sia interiore, nel suo spirito più profondo, sia dentro il bosco spingendosi fino ai suoi limiti, fino allo spazio di libertà, quello dove vivono gli Anarchici e perfino oltre. Liberandosi.

Un romanzo carico di suggestioni, come ogni romanzo ben scritto ci lascia sognare o immaginare quello che ci piace di più (o di meno), questo romanzo mi ha fatto subito pensare all’AnarcoPrimitivismo, al futuro da guerriglieri verdi che forse vivremo ai margini delle nostre attuali metropoli ma poi piano piano, scorrendo pagina dopo pagina sono arrivati loro… Merlino e Morgana di Broceliande.

L’archetipo del vecchio saggio, sconfitto e nascosto e la protagonista che pagina dopo pagina si trasforma, prende coscienza, va avanti nella sua ricerca in un mondo ove finalmente la Natura si riprende i suoi spazi e solo coloro che trovano un’armonia nel vivere con essa, in essa, trovano spazi e protezione.

Ma forse è solo un mio desiderio

Chissà che ne penserebbe l’autrice

Comunque sia…

Un romanzo assolutamente da leggere, da non perdere

Segnatevelo, compratevelo, scaricatelo

Ne vale la pena.

Marco Capoccetti Boccia

Rosanna Spinazzola, Canterà il gallo, Flower ed.

Canterà il gallo

 

 

cantera-il-gallo-500x500

This entry was posted in Recensioni Libri. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *